domenica 9 marzo 2014

Neknomination - Neknominate: I rischi dell'alcool


Neknomination - Neknominate
Bere sui social network, nel minor tempo possibile, alcolici o superalcolici battendo un record.

Ha fatto scalpore utlimamente il ragazzo che ha avuto il coraggio di spezzare la catena dei record di bevuta (con casi di coma alcolico ndr), presentandosi alla gara con un video di lui che beveva una bevanda gasata non alcolica. Il famoso #triomedusa e Nek il cantante, hanno lodato la sua iniziativa, prendendo spunto dal fatto che Nek-nominate è l'unione della parola contratta neck (collo), in questo caso collo di bottiglia, per farla divenire una gara di introspezione del proprio sè, dei propri problemi, attraverso la musica.

Come tutti sanno Biancaluce è il mio web pseudonimo, con il quale son divenuta nota come developer di Second Life e traduttrice del loro complesso client. O anche come conference speaker dal lontano 2007, quando il web era una fortuna per pochi esploratori.
Pochi sanno dei miei studi in medicina e chirurgia, avviati nel 1989, convertiti in psicologia clinica e riconvertiti con concorso vinto di nuovo in medicina. 

Lo studio è in stand-by ora, ma spero di poter riprendere per completarlo e diffondere informazione per tutti.
La medicina non è incomprensibile, va solo spiegata con parole semplici.
I medici non hanno molto tempo, o non fanno molta psicologia di approccio al paziente.

I giornalisti sparano cazzate inimmaginabili, alimentando paure o travisando fatti e per loro c'è solo un consiglio: googolate prima di parlare di un qualsiasi fatto medico, o interpellate qualcuno che ne sa più di voi.

Ma cosa centra tutto 'sto preambolo personale con il neknomination?

Mi è servito per spiegare le cose che non si dicono in giro riguardanti l'alcool.
Si fano campagne, importate dai paesi anglosassoni e dall'America, dove la popolazione soffre di malattie proprie del loro ambiente, sull'accesso alle cure (via assicurazione), alimentazione, inalazioni eccetera, quali quelle sul fumo di sigaretta, sui grassi da evitare come se fossero la peste e quantaltro.

Molte campagne per chi conosce bene gli States e sa come l'Inghilterra (ferma agli anni 60 come i cappelli della Regina) recepisca gli input medici, sa anche che gli States sono governate da lobbies o cerchie che si muovono a seconda degli andamenti monetari e di interessi lobbistici. Non fraintendetemi, è un paese dove mi piacerebbe vivere, dove ti diverti, nessuno ti rompe e ci sono stata un centinaio di volte. Ma un conto è fare la medicina per il solo spirito di ricerca e un conto è farla sotto l'egida dei rimborsi assicurativi e delle sponsorizzazioni delle case farmaceutiche. Per cui alcune campagne vengono diffuse ed altre no.

L'alcool è micidiale.
Innanzitutto diamo le regole:
1 - Le donne assorbono dalla mucosa dello stomaco già un bel po' di alcool ingurgitato, e non tutto viene direttamente passato via fegato che permette agli uomini di ubriacarsi più lentamente. Perchè? Perchè le donne, in generale preposte per crescere un bimbo in grembo, assimilano più in fretta alimenti e bevande dalla mucosa gastrica, avendo meno enzimi (proteine leganti) che rallentano l'alcool.

2 - L'alcool può provocare, se assunto in gravidanza, la "sindrome alcolica fetale", che si manifesta verso i 6/7 anni del bambino, con un ritardo nell'apprendimento e quindi di inserimento sociale/lavorativo.

3 - Ci sono 3 stadi di malattia epatica per l'abuso da alcool:
Steatosi o fegato grasso
Epatite alcoolica
Cirrosi epatica
Tutte queste condizioni, dipendono da quanto alcool si assume in 10 anni giornalmente e tendono a trasformarsi in peggio verso i 40 anni.

Tutte le sopracitate condizioni sono arginabili con l'astensione dall'alccol.

Se non sono arginate portano al carcinoma o cancro epatico. Quindi prima si comincia a bere prima si può accelerare il processo.

Oltretutto, il fegato necessita di maggiore ossigenazione se è steatosico o grasso, o epatitico. La vena porta che convoglia O2, insieme alle altre arterie con tutto quello che il nostro apparato digerente deve metabolizzare, tende ad ingrandirsi. Non è raro vedere persone con problemi di alcolismo rigettare sangue per la rete circolatoria che si espande dal fegato fino all'esofago, creando vere e proprie varici, che si possono rompere.

Perchè quindi voler annegare i problemi, la solitudine, i dispiaceri con vino, birra e superalcolici se sappiamo che il giorno dopo i problemi saranno ancora lì?

Ragazzi:

L'obnubilamento per emulazione, per essere protagonisti su un video, il giorno dopo, ci fa dimenticare dalla massa, ricordatevelo... e abbiate rispetto per voi stessi.

Fatevi un giro in un reparto ospedaliero dove trattano problemi epatici e sedetevi su una panchina a riflettere se bere tutte le sere o dal giovedi alla domenica, vi cambia la vita. può darsi invece che un giro informativo, due parole scambiate con qualcuno, vi diano un punto di vista su cui riflettere.

Gli amici ci sono oggi, ma fra 5 anni li potrete aver cambiati, ma le bravate no, specialmente se vi infondono la falsa sicurezza che tutto va bene.

Capisco che un genitore non può sempre essere ritenuto all'altezza di ricevere le vostre confidenze, vuoi perchè di generazione passata, vuoi perchè beve anche lui, vuoi perchè parlare con gli amici è meglio. Rivolgetevi ad un dottore allora, un epatologo, che saprà rassicurarvi e orientarvi.

Se avete problemi psicologici, e il bere da un gioco è diventato un rito che vi fa star bene, l'epatologo potrà anche consigliarvi dei calmanti a bassa emivita (non rimangono nel fegato che per brevissimo tempo), ma non prendete MAI sostanze date da amici o parenti, siate responsabili di voi stessi. Da 15 anni in su, se avete uno smartphone, potete anche andare dal medico di famiglia!

Un ultimo consiglio per le ragazze da una donna.

Ricordatevi che imitare gli uomini bevendo alla fine non paga.

Gli uomini vogliono ragazze normali vicino.

Per i genitori:

Controllate la sobrietà dei figli a prescindere dal gioco dei video su internet.

P.S.:
Sono anche rimasta esterefatta da mamme che giustificavano le figlie, le quali andavano in giro esponendo tutti i loro beni, e dicendo che la colpa era dei maschi se le abbordavano.
 
Con i social i figli possono essere visti sotto varie luci, anche quelle che non ci raccontano, ed è nostra responsabilità fargli capire che bere o prostituirsi per un capo firmato, quando saranno grandi, lo ricorderanno come un periodo da dimenticare.

E sinceramente, come fai a non acorgerti che tuo figlio/a è stramazzato sul letto o nell'armadio  ci sono capi da oltre 600 euro?

Cercare di instaurare con loro un rapporto di fiducia, insegnandgli che la moda la devono far loro, non imitarla. Come il ragazzo con la bevanda gasata.

Volere è potere.
Posta un commento

Recent Readers List